Ferrara, 8 ottobre 2017. Nel segno della memoria, si è tenuta oggi, domenica, la tradizionale Festa degli ex Allievi della Città del Ragazzo. In un centinaio si sono dati appuntamento all’ente di formazione diretto da Giuseppe Sarti. Tra loro anche chi lo ha vissuto dall’inizio, ossia dal 1951. Fondato dal sacerdote veronese, Don Giovanni Calabria, per volontà dell’allora arcivescovo di Ferrara-Comacchio, Monsignor Ruggero Bovelli, nacque per accogliere bambini provenienti da condizioni di disagio economico, offrendo loro ospitalità, educazione e apprendimento di un mestiere. Nei decenni, ampliando l’offerta e rimodulandosi, la Città del Ragazzo ha saputo evolvere nel segno dei tempi che cambiano, senza mai perdere la propria missione, ossia aiutare i bisognosi, credendo fortemente in un concetto di Provvidenza che diventa gratitudine. La stessa che, come ha ricordato Fratel Raffaello Corrà, superiore della comunità, bisogna trasferire ai giovanissimi che ora frequentano questa grande casa situata a tre chilometri da Ferrara, dove si acquisiscono competenze e si affina il talento. Nessuna nostalgia, solo la consapevolezza «che è necessario un passaggio di esperienza, emotiva, umana, professionale». Il tutto in nome della continuità. Guardare al passato, questo il punto, non significa cullare rimpianti, ma «costruire per il futuro». Tra i punti all’ordine del giorno, ieri, anche la raccolta delle nomine per la candidatura alla Presidenza degli Ex Allievi, con un ringraziamento ad Ambrogio Anteghini, che l’ha guidata negli ultimi anni. «Nell’ottica di rinvigorire i rapporti con le nuove generazioni e con chi nella Città del Ragazzo trova aiuto e conforto, l’auspicio – la sollecitudine di Corrà – è che aumenti il numero di ex allievi disposti a fare volontariato». Si respirava gioia, ieri, e anche un po’ di commozione, per «gli amici che non ci sono più». Non è tuttavia mancata l’allegria, con i racconti di chi ha voluto testimoniare la propria storia. Presenti i religiosi dell’Opera Don Calabria, cui l’ente è intitolato.

Città del Ragazzo, Festa ex allievi