#libripertendopoli, terremoto 2012- 2016

libri-in-partenzaFERRARA, 16 OTTOBRE 2016

Grazie all’assessorato alla Protezione Civile dell’Emilia Romagna guidato da Paola Gazzolo,  sono partiti lo scorso 8 ottobre, per Montegallo, uno dei Comuni del Centro Italia colpiti dal terremoto dello scorso 24 agosto, oltre 800 libri frutto dell’appello ‘Libri per tendopoli’, da me lanciato via Tweet alle case editrici il 30 maggio 2012, all’indomani del terremoto che piegò l’Emilia Romagna.

Ne arrivarono, 21.445. Risposero infatti grandi e piccoli gruppi editoriali, associazioni, privati. Più di 8mila furono consegnati alle tendopoli della regione, circa 12 mila ai Comuni del ferrarese colpiti, quindi biblioteche, parrocchie etc (sotto, il dettaglio delle varie fasi dell’operazione). Il tutto durò dal 30 maggio 2012 a inizio gennaio 2013.

Di questi, una piccola parte fu donata alla Protezione Civile per servire in caso di nuove calamità. Oggi sono a Montegallo, .

Nel marzo 2013, il progetto – illustrato anche in Provincia, a Ferrara, in forma istituzionale, nell’ottobre 2012 –  fu presentato alla sesta edizione di Buk, il festival della piccola e media editoria di Modena, in un incontro dal titolo Terremoto – tra paura e cultura. I libri che aiutano ad uscire dal trauma.

Giovedì 6 ottobre, gli 800 libri in questione, fin qui ospitati nella sede della Protezione Civile di Ferrara e dalla sottoscritta (con sorella e amiche) sistemati in 8 scatoloni, sono stati consegnati al corpo dei volontari GEV di Bologna.

L’8 ottobre, sono giunti a destinazione. Che dire?

Sono molto felice e colgo l’occasione per ringraziare di nuovo chi allora ha aderito al progetto, la cui utilità si è rivelata valida anche 4 anni dopo. E i miei amici, che mi hanno concretamente aiutato nel 2012 a dividere, timbrare, imballare, contare, trasportare (sotto i dettagli).

Spero che questi ‘ultimi’ 800 testi possano regalare qualche ora di serenità ai loro lettori. A memoria di un’ondata di solidarietà che parla di tante persone.

Camilla

 

foto-erika

libri-prot-civile-2

libri-in-partenza

 

 

 

 

 

6 ottobre 2016, Foto carico libri, sede Protezione Civile, Ferrara. Con i volontari GEV Bologna, Michele Impara e Paolo Mingozzi. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione in Castello,  sede della Provincia, ad ottobre 2012

 

QUANDO UNA IDEA DIVENTA PROGETTO, DAL 2012 AL 2016

Libri giunti a Ferrara nell’estate 2012 grazie ad appello ‘Libri per tendopoli’: 21.145

Prima fase: Libri consegnati a tendopoli e centri raccolta Ferrara, Modena, Mantova, Reggio Emilia dal 31 maggio al 24 giugno 2012: 8298. Complessivi 233 pacchi.

Seconda fase: Libri messi a disposizione di scuole, biblioteche, associazioni del territorio e consegnati ai Comuni (Ferrara, Vigarano, Mirabello, Cento, Sant’Agostino, Bondeno, Poggio Renatico) :  12.847, di cui 1047 materiale didattico (vocabolari, atlanti, enciclopedie). I libri storici sono stati destinati a Casa Cini. Da aggiungere, 17 pacchi di cancelleria, 16 di riviste e fumetti per bambini e ragazzi, 3 di dvd Sellerio. Complessivi 417 pacchi consegnati tra settembre e fine 2012/inizio 2013.

Terza fase: donazione a Protezione Civile per eventuali emergenze di circa 1400 libri. Di questi, circa 500 sono stati inviati nell’estate 2013 a Lampedusa, in risposta a un appello del sindaco di Lampedusa («Lampedusa non ha né una biblioteca né un negozio dove poter acquistare libri. Voi ci vivreste mai in una città dove non è possibile comprare dei libri? Io non credo! Quindi se in giro per casa avete libri (di qualsiasi genere!) che non leggete/avete già letto e di cui volete sbarazzarvi, aderite all’iniziativa: è semplicissimo! Recuperate i vostri libri e spediteli al seguente indirizzo: Giusi Nicolini, Sindaco, Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa via Cameroni, 92010 Lampedusa»). I restanti, sono quelli destinati a Montegallo.   

All’appello ‘Libri per tendopoli’ del 2012 hanno aderito RCS Media Group, Condé Nast, Mauri Spagnol, Feltrinelli, Sellerio, Guanda, Gesp, Zanichelli, Salani Editore, Il Mulino, Nova Delphi, Giulio Perrone Editore, Nottetempo, Ciesse Edizioni,  Amando Curcio Editore, Isbn Edizioni, Ensemble, Fanucci Editore, Edizioni Della Sera, La Linea, Book Editore, Meridiano Zero, Odoya e Meridiana Zero, Casa Editrice Mamme On Line, Scrittura&Scritture, Camelozampa, Fratelli Frizzi Editore, Caracò Editore, Grado Zero, Romano Edizioni, Uovo Nero Edizioni, Edicolors Edizioni, Edizione Ponte33, Dea Store, Fratelli Frilli Editori, Touring Club Junior.

Monte Università Parma Editore, Biblioteca delle Scienze Università di Pavia, Biblioteca Facoltà di Architettura Aldo Rossi di Bologna (sede Cesena), Biblioteca Università Foro Italico di Roma. Le biblioteche  civiche di Sesto San Giovanni (Milano), Piacenza, Carrara, Rovigo, Spinea e Campagna Lupia (Venezia), la scuola elementare primaria Gregorutti di Chioggia, la scuola primaria di Mestre, la scuola media Casalini di Rovigo,  l’Istituto Superiore Linguistico Macchiavelli-Capponi di Firenze.

Accademia Dei Concordi di Rovigo (Multispazio Ragazzi), Associazione Arti Grafiche di Bologna, STradE (Sindacato traduttori editoriali), i Poligrafici Editoriali di Modena, Emergency di Sesto Fiorentino, Ibo Italia, Associazione Culturale Sole (Passirano), Associazione Culturale Inutile (Mestre), Associazione Bibli-Os (Bologna),

Per Ferrara: Book Editore, Libreria Gruppioni, le biblioteche civiche di Ostellato, Argenta, Associazione Nati Prima, Cooperativa Ferrara Assistenza, la Consigliera di Parità della Provincia di Ferrara, Ibo Ferrara, Rotarcat Club, il Gruppo Scrittori Ferraresi (con Este Edition), Osservatorio Letterario Ferrara, Este Po, Ordine Medici Ferrara, Confartigianato, Telethon (coordinamento provinciale).

Librerie: Librerie Ubik (Milano), Il Treno di Bogotà (Salton Raffaele, Treviso), Libri e Formiche (Parma), Il Libro con gli Stivali (Mestre), Libreria dei Ragazzi di Parola Anna Maria (Torino), Libreria Cartabianca (Bazzo, Bologna).

Si ringraziano:

Este Po, azienda che dalla terza settimana di giugno  2012 – dopo la consegna dei primi 8 mila alle tendopoli – fino al termine della seconda fase (fine 2012/inizio 2013) ha ospitato nei propri locali il materiale, circa 12mila testi. Ringrazio tutto l’allora staff di Este Po,  dunque Franco, Daniele, Giori, Luca, Bernardo, che in quei lunghi mesi in cui dividevo e timbravo e imballavo e organizzavo i trasporti mi hanno fatto ridere e confortato. Solo grazie a loro sono riuscita a fare fronte alla solitudine e alla stanchezza che ho spesso provato. Conoscerli è stata una grande fortuna, che ha compensato le amarezze talvolta provate in questi mesi.

Ferrara Assistenza: presieduta da Gian Luca, Grillanda, per aver messo a disposizione un mezzo e 4 addetti – Alan, Moreno, Antonio, Giuseppe –  per le consegne in tutti i Comuni del ferrarese. Il tutto fatto con autentico entusiasmo e partecipazione.  Anche in questa occasione, dopo la scossa del 24 agosto 2016, Ferrara Assistenza aveva dato la propria disponibilità al trasporto.

Vetrine&Vetrine, di Fabrizio Berveglieri, e staff, per aver collaborato alla prima fase dell’iniziativa (fino a fine giugno) fungendo da centro raccolta, suddivisione, trasporti in tendopoli.

Ordine Medici Ferrara, per avere acquistato il modulo (donato anch’esso a Protezione Civile) che da fine 2012 ad oggi ha ospitato, nella sede della Protezione Civile di Ferrara, i libri donati. E avere contribuito ad invio dei 500 a Lampedusa.

Protezione Civile Ferrara, per avere accettato la donazione avere ospitato i libri della stessa.

Gev di Bologna, per avere provveduto al trasporto a Montegallo

 …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

PILLOLE…….

 

Ferrara, 8 ottobre 2012 (lettera scritta agli aderenti privati)

Carissimi,

dopo ormai 5 mesi di lavoro quotidiano, l’iniziativa ‘libri’ volge al termine.

Domani, martedì 9 ottobre, al Castello estense, sede della Provincia di Ferrara, ci sarà una conferenza stampa in cui alla presenza degli amministratori del territorio farò il report dell’operazione, che vi sintetizzo ma che sarà comunque mia cura inviarvi, nel dettaglio, nelle prossime settimane, una volta che le consegne saranno terminate.

A Ferrara sono giunti oltre 21 mila libri. Di questi, quasi 9 mila sono stati destinati ai centri delle province di Ferrara, Modena, Mantova, Reggio Emilia.

I restanti, sono stati destinati al patrimonio collettivo, inteso come biblioteche, scuole, sale polivalenti, centri sociali. Le amministrazioni riceventi li collocheranno secondo la loro discrezionalità, guidata dai bisogni, così da soddisfare le reali necessità.

Nessun libro è andato disperso, tutti sono stati timbrati. Nessun logo, sia chiaro, nessuna forma di sponsorizzazione. I pacchi sono stati imballati con adesivo trasparente, contrassegnati con la sola scritta ‘Terremoto 2012. Per non dimenticare’.  Mi piace pensare che un giovane uomo o una giovane donna, tra vent’anni, possano prendere in mano un testo, trovare il timbro e ricordare che qualcuno, in questo caso voi, gliene ha fatto dono in un momento difficile, come quello del terremoto. 

Mi è difficile scrivervi perché odio le parole che suonano di retorica e ridondanza. Ne ho paura. E talvolta il rischio è sembrare spigolosa.

Ma credetemi, il lavoro svolto in questi mesi (sistemazione, suddivisione libri per fasce di età per nuovi e usati etc ), il mio intercedere con le istituzioni – che ringrazio per evento di domani – , affinché accogliessero il materiale, il mio dedicarmi solo a questo trascurando anche il lavoro, è stato il mio modo per ringraziarvi.

Ho sentito una grande responsabilità, come era giusto che fosse.

In questi mesi ho verificato spesso come la solidarietà sia in certi casi di forma, o di pancia, o anche solo temporanea.  E ho voluto, per noi tutti, che questa iniziativa parlasse il linguaggio dell’energia che si diffonde tra le persone perbene. 

Come privati cittadini, ad avere aderito, siete stati tantissimi, almeno 200. Di molte persone non ho gli indirizzi mail, perché i libri sono stati spediti senza avviso. Ma ho trascritto gli indirizzi dei mittenti e a chi ora non raggiungerò con la mail, invierò un ringraziamento cartaceo.

Come in questi mesi ho detto con molti di voi, via mail e al telefono, di questa iniziativa rimarrà traccia con la  realizzazione – grazie a una importante donazione – di una biblioteca ambulante che conterrà circa 1500 dei testi arrivati e pronta a partire in caso di calamità.

Ringrazio mia sorella Federica, che da sempre mi appoggia incondizionatamente anche quando le mie idee, lo vedo, le sembrano eccessive! Mia madre Angela, che si è presta a timbrare e impacchettare. Brunella perché mi ha aiutata dal primo all’ultimo giorno. Non si contano le giornate che anche lei ha dedicato a questa causa. Gisella, che ha a sua volta sostenuto con forza il progetto. Sergio, che tifa sempre per me.  E ancora Manuela e Giuseppe, che tra i libri hanno trascorso alcuni giorni delle loro ferie.

E ringrazio mia nonna, Bettina, 92 anni, con cui prima del terremoto trascorrevo un paio di pomeriggi la settimana. In questi mesi l’ho trascurata, per dedicarmi ai libri. Mi sono spesso sentita in colpa, pensando di averle sottratto un tempo per entrambe prezioso, ma lei mi ha rassicurato dicendo: «Stai tranquilla, stai facendo una cosa bella».

Ma il ringraziamento più grande è per voi, che avete reso possibile trasformare un’idea in un progetto.

E ringraziare è bello, perché significa che qualcuno ha creduto in noi.  

Spero che questa città saprà esservi riconoscente, perche il vostro è stato un contributo speciale, anche alla cultura.

Io so che Ferrara, oggi, parla anche di voi.

Un abbraccio,

Camilla

 ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..

ALCUNE FOTO DELLE CONSEGNE … 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LAVORI IN CORSO…2012…

Copyright © 2017 Ufficio Stampa @ Comunicazione.
GHEDINI CAMILLA | v. Folegno, 17 - 44121 FERRARA (FE) - Tel. 335.454928 | info@ufficiostampacomunicazione.com | P.I. 01742870387
Realizzato da: skande.com